La resistenza fiscale e tributaria allo stato Italiano

og-logo-lbDiverse persone chiedono cosa fare di fronte ad una multa o una tassa ecc dello stato italiano, dato che lo stato italiano è illegittimo nel territorio Lombardo-Veneto (per annessione illegale del 1866) e nello Stato delle Venezie (per autodeterminazione iniziata nel 1999).

Quindi nel caso ci si trovi nel territorio delle Venetie (www.statoveneto.net) si avrà una doppio motivazione legale, perfino una copertura legale data dalla stessa legge italiana.
Per il resto del Lombardo-Veneto si potrà eccepire solo la illegalità dell’Italia nel territorio, e la cancellazione dell’annessione nel 2010 (definitiva dal 2013)

Se ti danno la multa o ti fermano, ci sono diverse opzioni:
1- contestare subito la legittimità del poliziotto o dell’agente attraverso le norme italiane:
Purtroppo ci si deve rendere conto che il presupposto è quello di essere in uno stato occupante, che è arrivato con la violenza e con l’inganno, e che non ha legge, non rispetta le sue stesse leggi. Inoltre sono molti i casi di gente pestata o ammazzata ingiustamente
Contestare in questo modo, specie se si è da soli, è molto rischioso, occorre avere ben coscienza che è molto rischioso.
Io personalmente sono stato pestato da una pattuglia dei Carabinieri, senza motivo, sono finito all’ospedale, ma  non si è fatto alcun processo perché c’erano molti testimoni a mio favore.
Io non ho mai insultato o minacciato nessun agente, ma se lo si fa come certi mentecatti è ovvio che si verrà perseguiti-ati o peggio.

2 – non firmare il verbale, non pagare e ricorrere per iscritto eccependo la illegalità dell’Italia:
Purtroppo ci si deve rendere conto che il presupposto è quello di essere in uno stato occupante, che è arrivato con la violenza e con l’inganno, e che non ha legge, non rispetta le sue stesse leggi. In molti abbiamo presentato ricorsi legalmente fondati, senza
ottenere risposte sensate. Io ed alcuni altri ci siamo trovati a pagare il doppio delle multe.  I ricorsi poi vanno seguiti per molto tempo, spesso occorre l’avvocato. Il tutto costa molto più della multa stessa. E non si ottiene mai giustizia perché l’Italia non rispetta le sue norme. E’ disponibile un ricorso standard per fare ricorso

3 – non firmare il verbale, pagare e ricorrere per iscritto eccependo la illegalità dell’Italia:
Purtroppo ci si deve rendere conto che il presupposto è quello di essere in uno stato occupante, che è arrivato con la violenza e con l’inganno, e che non ha legge, non rispetta le sue stesse leggi. Pagando spesso si accetta la validità della multa. Presentare i ricorsi implica che poi vanno seguiti per molto tempo, spesso occorre l’avvocato. Il tutto costa molto più della multa stessa. E non si ottiene mai giustizia perché l’Italia non rispetta le sue norme. E’ disponibile un ricorso standard per fare ricorso

4 – non firmare il verbale, non pagare e non ricorrere:
Lo stato occupante coglierà l’occasione per far pagare il doppio o più, e arrivare al sequestro dei beni.  Una volta maturato un tal debito esso resterà attivo con interessi fin tanto che lo Stato Italiano sarà abusivamente presente nel nostro territorio

5 – presentare interpello preventivo (prima degli accertamenti) per non pagare le tasse:
Purtroppo lo stato occupante italiano, che è arrivato con la violenza e con l’inganno, non ha legge, non rispetta le sue stesse leggi. Gli interpelli presentati fin ad oggi non hanno ottenuto risposte che rispondessero, semplicemente non si è risposto alle domande.
Questo non vuol dire che l’interpello non sia fondato, anzi, la non risposta dimostra il contrario. Tuttavia al momento degli accertamenti non si avrà alcuna copertura, ma si potrà eccepire di nuovo la invalidità della tassazione. Si deve essere però consapevole che si dovrà iniziare un lungo percorso di ricorsi, e i ricorsi implicano che poi vanno seguiti
per molto tempo, e spesso occorre l’avvocato. Il tutto costa molto. Non conviene intraprendere questa via se non si è fermamente determinati. E’ disponibile un interpello motivato per non pagare le tasse.

6- pagare il minimo necessario per non farsi rovinare, e nel frattempo lavorare per l’indipendenza:
Lo Stato Italiano è già morto, e non resterà a lungo nel nostro territorio. Ci si può scommettere. Allora si può pensare di pagare il minimo, magari a rate, e nel frattempo lavorare per raggiungere l’indipendenza attraverso la causa internazionale. Con 1000 persone che mettono 1000 euro possiamo tornare sovrani in 6 mesi.
Vedi http://www.lombardo-veneto.net/il-lombardo-veneto-puo-tornare-sovrano-in-6-mesi/

Importanti novità fiscali: riconosciuto il diritto di non pagare le tasse

Epocali novità in materia fiscale:  è possibile sospendere LEGALMENTE il pagamento delle tasse allo Stato Italiano tramite la presentazione di un interpello.  Esistono già alcuni casi di riconoscimento del diritto di Autogoverno fiscale. Come si fa ?

1) se non si è ancora iscritti alla anagrafe del popolo veneto (l’unica legalmente valida) iscriversi scaricando il modulo in questa pagina http://www.statoveneto.net/tribunale/moduli/

2) richiedere il modulo di interpello

3) spedire l’interpello e attendere 120 giorni

Il diritto vale per tutto il Lombardo Veneto.
Per ulteriori informazioni vedasi http://www.lombardo-veneto.net/

Benevenuto

“L’autogoverno del popolo veneto si attua in forme rispondenti
alle caratteristiche e tradizioni della sua storia.”
(Art.2 Legge Cost. 22 maggio 1971, n. 340 votato dal Parlamento italiano come legge costituzionale)

“La sovranità appartiene al popolo ” – (Articolo 1 Costituzione italiana)

Anagrafe del popolo veneto

Noaltri,

popeo veneto riconossuo daea lexe taliana aeo articoeo 2 del Statuto della amministrassion taliana dea cussi dita Region Veneto,

nel rispeto dea nostra storia e dei diriti umani, stabiimo che ea lengua veneta xe quea dei documenti che noaltri femo e riconossuda dal ciapo “Rianassimento Veneto”.

In considerassion dea richesa dea lengua veneta, el ciapo “Rinassimento Veneto” vien riconossuo come “Istituto dea lengua veneta” che certifica i parlanti veneto.

Poe iscriverse al popoeo veneto chi riconosse el dirito de autogoverno del popolo veneto e che el sia:
1) nati da parlanti veneto
2) i dissendente fin aea seconda jenerassion (nevodi) de un parlante veneto nato in veneto;
3) i residenti in veneto in da almanco diese (10) ani che parla veneto;
3) i nati in veneto parlanti residenti da almanco 5 anni;
4) chi ga l’acetassion secondo dimanda speciae;

Par tegner dei citadini veneti istituimo ea “lista dei citadini veneti”.

El popolo veneto Franceschi Luciano,Palmerini Loris, Segato Giuseppe.

Dito fato e sotoscrito a Borborico el 27 lujo 1999

Note:
Borborico per l’aministrassion taliana xe el comun di “Borgoricco (PD)”
ła prima riga, “popeo” xe un eror , jera “popoeo”
ła “e” cascante o evanesente , de norma intervocalica, se poł scrivarla co “e” o “l” o “ł” ; cusì  popoeo se pol scrivare anche “popoło” o “popolo”

Autodeterminassion del popeo veneto

Autodeterminassion del popeo veneto

Noaltri,

Franceschi Luciano nato a Borborico (Padoa) el 26 majo 1959,
Segato Giuseppe nato a Borborico (Padoa) el 17 jugno 1954

in considerassion che semo nati nel teritorio dove ea Republica de Venessia ciamada “Serenissima” ga governà,
considerando che inte sto? teritorio ga origine i nostri genitori, despo? che a lengua che parlemo xe riconossua dai studiosi e da noaltri stessi come lengua veneta de ciapo centrae, considerando che ea lese costitussionae dea Republica Taliana ciamada statuto dea Region veneto riconosse l?esistensa del popoeo veneto, noaltri se riconossemo come popoeo veneto, e inte?l rispeto de ialtri popoi se proclamemo “nassion veneta” co el intedimento de veder riconossui i nostri diriti umani, culturai, economici e poitici.

Affermemo che sto ciapo xe costituente del popoeo veneto nel senso dea lese taliana e par e implicassion de i Patti internassionai sui diriti civii poitici e sociai riconossui daea lese taliana n.881 del 1977.

Dito, fato sotoscrito a Borborico el 24 lujo 1999.